sabato 1 marzo 2008

Emozioni forti - Wilson are back


Ieri sera, dopo circa due anni, ho avuto l'onore, il piacere, la gioia, l'incredibile emozione di salire di nuovo su di un palco e suonare qualche pezzo live. Se ci penso mi vengo ancora i brividi.
Non solo, ma questo è avvenuto al Senhor de Bonfim di Nervi, uno dei locali storici di una "Movida Genovese", che ormai non esiste quasi più.
Il Senhor do Bonfim, insieme allo Psyco e al Mr Do, rappresenta per me la storia della mia vita da musicista (passatemi la libertà di definirmi tale) anzi, a essere sinceri rappresenta molto di più.
Sul palco i Black Bombers, miscellanea di alcuni tra i migliori musicisti e cantanti della scena Soul (e non Soul) genovese, grandi amici ed "ex colleghi" nella propagazione del suono.
Ieri sera, mi sono reso conto, che più di tanto, lontano da un palco non posso stare.
La musica nella mia vita è indispensabile, mi consente di andare avanti sempre e comunque e stare a stretto contatto (i palchi dei locali genovesi sono abbastanza piccoli), con altri animali uguali o simili a me, voraci di note ed emozioni, sudati ma felici è troppo, troppo importante.
Nel locale ho rincontrato amici che era da un pò non vedevo (sono sempre rintanato a casa), ho incontrato amici musicisti con cui ho avuto il piacere di collaborare e condividere (parola strana) tanta buona musica, bello, veramente bello.
Non voglio, non posso fare programmi, ma una cosa è certa...
WILSON ARE BACK

12 commenti:

bebel ha detto...

Finalmente!
Le emozioni che provi suonando le trasmetti anche al "pubblico"!
Avanti così!
Che la forza sia con te!
Bebel

cornflake girl ha detto...

Evviva! la musica ha un potere così forte che a volte ancora mi stupisce... anch'io sono una drogata di palcoscenici! Ben tornato allora! spero di poet sentire qualcosa suonato da te prima o poi... :)

wilson ha detto...

Con piacere, appena mi erudisco sulle conversioni dei file.

Franco Zaio ha detto...

Bravo! Infatti quando suonavamo insieme eri quello che riscuoteva più successo personale, forse perchè si vede che godi sornionamente a fare musica e stare lì. A me la dimensione live non manca tanto perchè era diventata troppo faticosa (batteria e voce): tu te la cavi con un microfono e un'armonica! :-)
La prossima volta che suoni però avvisa tutti quanti che magari veniamo a vederti e passiamo una serata diversa, io e il tuo fans club!
PS Wilson IS back. Oppure Wilsons are back. Scusa la pignoleria anglofila.

Madison Fallen ha detto...

"English For You" by FrancoZaio Editore..:-)

Invece io sono rimasto colpito dall'espressione
"mi vengo ancora i brividi".. quando dimenticare due lettere arricchisce il concetto!

dogzilla ha detto...

BENE!A questo punto ti voglio come ospite quando presenteremo il nostro nuovo lavoro che sarà un 7"
scegli cosa cantare tra:
DON BUDGET
PROTESI DENTARIA (è la traccia fantasma in coda a CIMBAGO NEIGRO)
ed una cover dei CONTRATTACCO (gruppo punk dove suonava Franco prima di metter sù famiglia e musicare Cesare Pavese)intitolata "L'ICUBO DEL PROGRESSO"
Fammi Sapere

wilson ha detto...

Innanzitutto grazie a tutti, siete semplicemente nel mio cuore.

A) scusate le mie forme dislessiche, spero siano momentanee e non incisivamente grammaticali.
B) scusate l'uso improprio della lingua inglese, mi sono già applicato sull'itagliano e ci ho dato tutto il mio contenuto.
C) Franco hai ragione sul live, me la sono sempre cavata con poco peso, ma lo sai sono pigro.
D)Madison mi capisce
E)Dogzilla, con vero piacere, ma chiedi a Franco che regolarità ho quando ci sono da provare i pezzi...
F) Bebel, sei grande, lo sai.
G) Cornflake, grazie, musica per la musica.

Franco Zaio ha detto...

"Voglio vivere, ma non con l'incubo che i miei figli siano schiavi del progresso!!". Era il 1984, e avevo una specie di mohicano riccioluto. Non rinnego, ma neanche rimpiango.

Arimondi ha detto...

Evvai. Non appena Wilson si avvicina alla musica si sente di nuovo elettricità nella sua (e nostra) aria! Bene Bravo Bis. Non dovrebbe essere troppo difficile replicare se ti fa bene.
Wilson ARE back è giusto perché ce n'è tanto!

mirko72 ha detto...

Ogni volta che passo davanti al Senhor do Bonfim penso che abbia un certo fascino antico...deve essere stata una bella emozione suonarci.
Mik

wilson ha detto...

E' un pò particolare come sensazione

Ste ha detto...

IO SONO TAGLIATA FUORI !!!
troppo lontana per venirTi a vedere suonare !