domenica 27 luglio 2008

Elogio della diversità


Ho sempre coltivato interiormente (neppure troppo interiormente)
interesse, rispetto e voglia di comunicare con chi non è "allineato",
con tutte quelle persone che alla civiltà dei molti, risultano spesso
scomode, fastidiose, eticamente inopportune, religiosamente condanabili.
O più semplicemente con chi chi sente solo, molte volte per una ponderata scelta,
o più semplicente perchè il passare del tempo ti spoglia di inutili presenze.
Una questione di pelle, una questione di rispetto, a volte una complice e sana
voglia si essere dissociati dall'associabile istituito.
Mi sento ricco perchè ascolto, cerco di capire e condividere la vita
o più semplicemente il pensiero di persone che stanno al di là della sottile
linea che traccia il perbenismo, la politica, la religione, il buon costume.
Con tutti i miei limiti, con tutte le mie contradizzioni, con tutte le mie paure,
quotidiane, mutevoli, comunque significative, leggo con piacere quello che sul blog si scrive,
una scrittura libera (spesso lo è), una forma di comunicazione creata da lettura, scrittura, ascolto musicale, foto e immagini che prendono forma attraverso il cuore, la testa, la pancia di chi accetta comunque un confronto, un'appovazione, una critica o un vaffanculo.
È comuque comunicare e mi và bene.
A volte posso essere non del tutto sincero, ma chi lo è ? A volte preferisco il silenzio a uno scontro diretto, ma è una mia scelta, non la impongo a nessuno.
Ogni giorno che passa riesco a essere un pò uomo, un pò donna, un pò gay, un pò straniero, un pò bianco, un pò nero, un pò mistico, un pò blasfemo, un pò filosofo, un pò coglione, un pò anti, un pò artista, un pò malato, un pò ricco (dentro), un pò fannullone, un pò comunista (un pò poco ultimamente), un pò sacerdote ma come Don Gallo, un pò leone, un pò pecora, un pò incazzato... un pò tanto, un pò felice (ci stiamo attrezzando), un pò orso, un pò commosso, un pò libero, un pò forse no.

15 commenti:

wilson ha detto...

Un pò di tutto e un pò di niente.

stella ha detto...

Caro wilson anch'io rispondo col silenzio alle provocazioni.Penso che tu non sia tanto diverso da me.Buona domenica

silvano ha detto...

Ciao Wilson. Non sono parole di buona educazione, o di circostanza, quello che hai scritto lo sento anch'io e mi piacerebbe, tanto, averlo scritto io.
ciao, amico.

Elsa ha detto...

step by step...
hai scritto ciò che purtroppo o per fortuna... (io non ho verità assolute) tutti noi siamo. Almeno io sono.

ps...io però nn mento mai! Forse...

wilson ha detto...

Stella - Grazie Stella
Silvano - Lo scrivi tutti i giorni...
Elsa - Tu sei Elsa.

silvano ha detto...

AARRGGHH!!!!!! devo diversificare per non diventare rompicoglioni!
;-)))
ciao.

Donna Cannone ha detto...

è essere un po' italiani che pesa!!!

Franco Zaio ha detto...

Un po' pipì, un po' popò :-D

wilson ha detto...

Silvano - ...respira
Donna Cannone - Itagliani!
Ciccio - Pampers world?

wilson ha detto...

Cazzo stasera sono veramente espansivo.
Scusate sono stanco assai...

Franco Zaio ha detto...

Wilson, giura che quando vai a vedere Kung fu Panda me lo dici che vengo coi miei due bestiot!

ziorina ha detto...

Che bello questo post, hai descritto la tua anima e si è compresa benissimo.
Voglio dirti che hai una bella anima...sei una bella persona Wilson. Un abbraccio forte, forte.

Andrea Sessarego ha detto...

Meno male che manca "un pò intelligente", sennò avrei smesso di leggerti.

wilson ha detto...

Franco - se mi paghi... :O)
Ziorina - grazie, a volte spero di essere veramente così
Sessarego - un pò più ignorante, un pò meno garante...

cornflake girl ha detto...

Che bel post! Condivido in pieno le tue parole...
Stamattina sono un pò assonnata ed un pò stufa di dovermi adattare alla massa!