mercoledì 22 luglio 2009

'Ku'


A volte mi sento vuoto, vuoto da stimoli e passioni,
vuoto di ogni certezza... anche le più piccole,
vuoto da ogni desiderio e volere non corrisposto.
Mi limito ad osservare, ascoltare... distrattamente sorridere.
Eppure sono pieno di vita, di sentimenti, di piccole attenzioni,
di lucide riflessioni, di imprese incompiute, di battaglie perse,
di silenziose vittorie, di buone intenzioni e di cattive azioni,
di fughe precipitose, di sguardi severi ma sinceri,
di paure... di sogni...di desideri.
Sono padrone di un vuoto pieno di mille cose.

Wilson

5 commenti:

veronica ha detto...

La sensibilità ci dona di una vista acuta che ci permette di vedere la bellezza dove nessuno riesce a vederla, ma ci condanna ad una eterna condizione di irrequietezza. Il percorso verso l'equilibrilio sembra troppo spesso infinito e controproducente; e allora mi chiedo semmai sia questa eterna ricerca la vera meta, il vero equiibrio...forse bisogna solo trovare il metodo fatto apposta per noi

Elsa ha detto...

mica poco eh !!!
scrissi... "un vuoto como di me"
un saluto caro Wilson.
Elsa

Elsa ha detto...

pss COLMO..

Cicapooh ha detto...

soffro della stessa sindrome...è grave?
;) bacio

wilson ha detto...

veronica - sei entrata dalla porta principale
Elsa - c'è tanto di te nel tutto
Cicapooh - no è bellissimo...

grazie