sabato 29 dicembre 2007

Mi abbandono all'oblio di un'illusione.





Mi abbandono all'oblio di un'illusione.
Velatamente ancora una volta, giungendo al crepuscolo di un anno vissuto più o meno intensamente, più o meno pericolosamente, più o meno decentemente, in cuor mio, cullo la speranza del domani.
Sarà l'anno della svolta, della rinascita, della rivoluzione... muterò la rotta verso lidi più caldi,
verso pensieri più positivi, lasciando più spazio ai sogni e meno alla realtà, vivrò di amore e non di illusorie passioni, tiepide amicizie e disastrose comunicazioni, bof... belle parole e frittate abilmente rigirate.
Di una cosa sono certo, continuerò a potare i miei rami per rendere più forti le mie radici e come al solito non sarà facile. Muterò il mio grasso e i miei muscoli in struttura perchè nulla mi appartiene, se non la mia energia, il mio amore e i miei affetti, qualche buon amico e la voglia di continuare a sognare.
Swingando nel nuovo anno, senza troppo clamore...

6 commenti:

Madison Fallen ha detto...

spesso passerò di qui e "noleggerò" questa preghiera..

wilson ha detto...

Ne sono onorato.

bebel ha detto...

Che la "forza" sia con te, anzi con tutti quelli come te, capaci di sognare, ma anche di vivere nel reale.
Bebel

wilson ha detto...

Ce la faremo, diventeremo struttura...con il tempo.

Franco Zaio ha detto...

Ok la struttura, ma io più che radici vorrei delle ruote, o delle ali :-) Grande Wilson, buon anno!

wilson ha detto...

Se potessi scegliere, preferirei delle ali, delle grandi, robuste ali.
Grazie Franco, buon anno anche a te.