sabato 3 gennaio 2009

Irreale


Irreale è il silenzio, la luce.
Fluttuando in un mare irreale
movimenti lenti, misurati...
Il freddo mi stordisce, mi avvolge, mi culla.
Vorrei dormire , ma non devo... non posso.
Se trovo chi ha chiuso male il portellone di codaaaaaaaaaa...

6 commenti:

luisa ha detto...

Ti alzi e com molto garbo lo chiudi.
Che cacchio fai in corrente d' aria?

Amar Egeo ha detto...

L'importante è avere il paracadute... :)

lucegrigia ha detto...

Wilsoooonnnnnnnnnnn.........managgia scusami se non ti ho risposto più o peggio ancora che sono letteralmente scomparso. Hai ragione e per questo chiedo venia. Sorry Man. Brevemente! Sto lavorando a tre progetti che mi hanno assorbito ogni attimo e il "blog", questo spazio personale, è venuto in secondo luogo. Mi spiace solo che magari posso dare un'idea sbagliata di me. Da sempre, e questo anche con la fotografia, ho momenti in cui entro in stand by e poi lentamente riafforano ogni emozione. Ti abbraccio forte e ti augurio un felice anno. Ovviamente lo dico non perchè non scriverò piu. Se potessi ti parlerei più in dettaglio dei progetti. Antonello

Ishtar ha detto...

Hahah
Giocaci scherzaci, ma l'irreale è più reale di quando ci si possa immaginare, ciao

Elsa ha detto...

dai Wilson, vedi anche il lato positivo della cosa:)))
le correnti per esempio!
Una via di fuga c'è sempre, oppure chiudi il portellone la proxxx:)
te possino!!!

wilson ha detto...

Luisa - troppo tardiiiiiiii
Amar Egeo - ...spero funzioni
Lucegrigia - non sai quanto sono felice di averti ritrovato, anche se sapevo, dentro di me, di non averti perso.
Ishtar - ... dimello a me!
Elsa - chissà imparerò a volare...